Ma’ Rosa di Brillante Mendoza

Con Brillante Mendoza siamo immersi nella vita notturna di un quartiere povero di Manilla (prima di Duterte). Il regista, capo fila del cinema filippino indipendente, riesce la sua attraversata cinematografica di un quartiere e di una società corrotta e disperante, attraversata che diventa una immersione totale. Jaclyn José ha avuto il premio come migliore interprete nell’ultimo Festival de Cannes.

 

Come nel suo ultimo film Taklub, Brillante Mendoza si serve della fiction per fare un “documentario” più vero della realtà. Questa volta osserva la galera quotidiana di una famiglia povera nella capitale Manila per fare una radiografia a tutta la società filippina.

All’inizio, la scena dell’arresto si accontenta di un luongo piano sequenza di 5 minuti con la camera a spalla, le immagini sono tremolanti,  sfocate e slavate. Sullo schermo, vediamo i poliziotti in civile aprirsi un passaggio in questa giungla di negozietti e stradine per arrivare finalmente al commissariato marcio del quartiere. La porta non si apre subito, perché il ragazzo, di poco più di 12 anni, che si occupa solo di aprire quella porta, sta navigando su Facebook. E’ la Manila del popolino che ci viene mostrata : delle baracche di fortuna, dei bar-karaoke, dei tuktuk e tricicli, dei piccoli venditori ambulanti. Ognuno al suo posto, la miseria è ovunque.

 

(Tradotto da RFI culture-Siegfried Foster 29.11.2016)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...